Mode:         

 

 

Minimize

LEGGI IL BLOG

DUO - Giappone si...ma quello vero!

May 1

Written by:
5/1/2012 7:46 PM  RssIcon

Da tempo Spinpoint promuove la pesca a spinning mediante l’utilizzo, quasi esclusivo, delle esche in gomma. Tuttavia ci sembrerebbe riduttivo pensare che una tecnica debba esprimersi mediante “un solo modo” di fare e praticare. La storia stessa dello spinning si è nutrita di esche rigide o metalliche e quindi abbiamo pensato di riscattarne un utilizzo più consapevole e meno passivo invitando i nostri amici e lettori a prestare sempre attenzione al perché delle cose, a porsi sempre domande e soprattutto a pensare con la propria testa, fuori dagli schemi e dai miti…e soprattutto a utilizzare gli artificiali, di plastica o di gomma, sempre come strumenti di ricerca, di caccia, e non di attesa passiva. Spinpoint sostiene la libertà di scelta, per essere liberi di scegliere occorre saper e poter utilizzare tutto, plastica e gomma,  altrimenti non esisterebbe scelta. Ecco perché condanniamo il rifiuto a priori di questo o quell’altro approccio. Più cose si conoscono, più soluzioni si sanno adottare e più sarà completa la visione in pesca e l’esperienza, la preparazione per essere dei pescatori completi. Addirittura riteniamo che le altre tecniche di pesca, incluse quelle tradizionali ed antiche siano meritevoli di essere praticate ed anzi utilissime per una visione più globale e completa del mare e dello spinning stesso. Catturare: cattureremo tanto!…ma con tanta soddisfazione in più!


Una delle realtà di cui vi parleremo è appunto la Duo. Nipponica Doc ma anche e soprattutto espressione di una qualità indiscussa.

Scrivere circa le qualità dei prodotti Duo sarebbe più che superfluo e lo lasciamo ai vari siti e blog che collezionano notizie. Spesso si sente parlare dell’imperversare di prodotti “cinesi” di basso costo e spesso bassa qualità, e per questo ciò che viene dall’oriente ultimamente viene guardato con sospetto. Questo è quello che accade quando molte ditte italiane, pur producendo e importando dalla Cina (con furore direi), rivendicano un primato italiano che per ora è mal rappresentato se non dalle dovute eccezioni di poche giovani menti e gruppi in grado di pensare in termini di innovazione. Ma questa è un’altra storia…


Da sempre la Duo si è distinta per il proporre prodotti di altissima qualità ed efficienza in pesca, integrando una forte base di progettazione, concetti innovativi di artificiali profondamente “pensati”, con una qualità dei materiali e delle finiture che la pone certamente ai massimi livelli della produzione attuale e passata. Gli artificiali Duo pur passando per una filiera di progettazione altamente tecnologica e specializzata conservano anche un concetto chiaro di sperimentazione e realizzazione artigianale che ha preservato nel tempo l’affidabilità dei prodotti.





Dietro ogni artificiale c’è un concetto chiaro di utilizzo, spesso specifico, che unito all’ampio ventaglio di prodotti disponibili, consente di soddisfare praticamente tutte le esigenze di utilizzo nel campo delle hard baits. Dai minnow, ai top water, ai jig sino a nuove esche dalle possibilità di utilizzo ibride e non convenzionali, possiamo contare davvero su un arsenale di tutto rispetto.


ecco un interessante video sulla manifattura in casa Duo!

http://www.youtube.com/watch?v=xvPprtz5ELQ&feature=plcp&noredirect=1




ROUGH TRAIL 130 S, un "sentiero accidentato"


Ci è sembrato significativo iniziare questo percorso parlandovi di un prodotto Duo che ci ha davvero colpito per innovazione e versatilità ed al quale pensiamo non sia stata ancora riservata la giusta attenzione.

Si tratta del Rough Trail, “sentiero accidentato”: un nome tutto un programma.





Diventerà presto un inseparabile strumento per affrontare ogni tipo di condizione, incluso quelle più estreme di vento forte e mare molto formato o anche mare aperto, situazione tipica ad esempio delle alte scogliere naturali o delle dighe foranee. È un minnow sinking  da 130 mm e dal peso di 29 grammi con armatura passante in acciaio inox da 1.2 mm di serie equipaggiato con ancorette davvero generose ST 56#1; un artificiale in grado di affrontare praticamente qualsiasi condizione di mare e di altezza della postazione avendo di un nuoto estremamente stabile ma versatile in ogni strato d’acqua e capace di confrontarsi con prede di qualsiasi taglia potendo contare sulla suddetta armatura passante in acciaio ed anche su di un nuoto poco condizionato dal tipo di ancoretta o amo singolo; Dagli strati più superficiali a quelli più da “deep blu”, il Rough Trail non teme condizioni e situazioni garantendoci un ottimo contatto con l’esca ed anche un perfetto equilibrio tra la nostra trazione e i movimenti dovuti alle correnti marine. La sua sezione particolarmente alta e stretta, unita ad un baricentro basso ed ad un centro di pressione invece alto gli conferiscono di base un rollio molto accentuato ed un wobbling molto guizzante alle alte velocità. L’aggiunta di jercate profonde o di piccoli scatti conferirà a questo minnow un andamento “di crociera” davvero realistico e credibile in molte situazioni dove il foraggio passa, o scappa. Alle basse velocità si presta ad ogni tipo di recupero e manovra, dandoci la sensazione di avere tra le mani addirittura un lipless, tanta è la manovrabilità e gli sbandamenti “di testa” che possiamo imprimere. Questo ovviamente è diretta conseguenza di una paletta molto lunga, e resistentissima, ma particolarmente stretta che alle basse velocità “libera” l’artificiale consentendoci di manovrarlo come meglio crediamo. Davvero molto innovativo e soprattutto molto “intelligente”. Da andamenti velocissimi e guizzanti per predatori veloci e pelagici sino a lenti recuperi erratici e incerti, ci troviamo difronte ad un artificiale in grado di offrirci una grande “copertura” rispetto a tante situazioni difficili potendo contare su un lancio lunghissimo e teso anche con forte vento laterale. Il Rough Trail è silent: è un artificiale che evidentemente non conta sul “rumore”, ma sullo spostamento d’acqua e le vibrazioni.

Certamente ora poco conosciuto, il nostro Team lo utilizza con successo già da diverso tempo, e siamo certi che farà parlare di sé. Come sempre un impeccabile progetto Duo.

Ecco una nostra recente cattura effettuata in condizioni di vento e mare davvero proibitive!



A breve qualche nostro video...stay tuned!

Tags:
Categories: News

3 comment(s) so far...


aspirateurs

nice homepage
# aspirateurs

By TrackBack on   3/22/2013 8:00 PM

woodworking

check this site out
# woodworking

By TrackBack on   3/28/2013 4:48 AM

the tao of badass

awesome site
# the tao of badass

By TrackBack on   4/4/2013 5:23 AM

Your name:
Gravatar Preview
Your email:
(Optional) Email used only to show Gravatar.
Your website:
Title:
Comment:
Add Comment   Cancel 
Minimize

New_Blog

You must be logged in and have permission to create or edit a blog.
Minimize

Search_Blog

Post Recenti

LA SCELTA DELL'ARTIFICIALE
LE INTERVISTE DI SPINPOINT - Takatoshi Murase "Taka"
SPINNING ALLA SPIGOLA - per gli amici della LNI Pozzuoli
Spigola, il caso che non c'è
PILLOLE DI SILICONE - 06 - code rastremate
PESCATORI D'ALTRI TEMPI - Due chiacchiere con Filippo
PILLOLE DI SILICONE - 04 - FLESSIONI E CERNIERE
PILLOLE DI SILICONE - 02 - innesco amo widegap exposed
LURES REVIEW - Realis Jerkbait 120sp DUO
IL RE DEL MARE...
Maestri...difficile cercarli!
DUO - Giappone si...ma quello vero!
SOLO PESCA DA RIVA...una rivista diversa!

Cerca nel blog