Mode:         

 

 

Minimize

LEGGI IL BLOG

LE INTERVISTE DI SPINPOINT - Takatoshi Murase "Taka"

Mar 14

Written by:
3/14/2013 11:20 PM  RssIcon

 “Il Giappone esce dal mare. Il mare l'ha respinto come una conchiglia di madreperla.” Jean Cocteau, Il mio primo viaggio, 1937

È questa stessa appartenenza al mare e all’acqua in generale che ci spinge a pensare di poter superare i confini e attraversarli incontrando i pescatori nipponici come dei nostri fratelli d’acqua.

Animati come sempre da uno spirito di scambio e confronto possiamo dirci onorati dell’amicizia con un pescatore d’eccellenza che al di là delle mode e delle tendenze è in grado di esprimere competenza e simpatia unitamente a una rara umiltà.

Stiamo parlando di Takatoshi Murase o per gli amici Taka. Potremmo parlare a lungo della “carriera” di questa persona citando aziende e nomi più o meno famosi o perdendoci in domande di rito stucchevoli e scontate.  Ma Spinpoint non ama orpelli e  fronzoli. Quindi vi lasciamo direttamente all’intervista.


·      Come hai iniziato a pescare? E come definiresti il tuo rapporto con l’acqua?

Ricordo che tutto iniziò quando avevo 9 anni. La mia famiglia era solita trascorrere l'estate al mare. Un giorno, mio padre decise di portare me e mio fratello sull'oceano per provare a pescare, così, tanto per farci divertire un po'. Non era nulla di serio, semplicemente ci sedemmo e calammo una lenza dalla riva. Ricordo ancora quanto fossi emozionato quando catturai il mio primo pesce! Il mio cuore batteva come un tamburo!! E quel cuore pulsa ancora allo stesso modo ogni qualvolta catturo un buon pesce!
Per me, il rapporto con l'elemento acqua è essenziale quanto vivere. Si tratta, naturalmente, di identificarmi in un angler e l'acqua mi offre la possibilità di rinvigorire il mio spirito, così come gli altri elementi naturali come cielo, alberi, montagne ecc. Come voi ben sapete, il corpo umano è costituito grossomodo dal 70% d'acqua, quindi l'acqua non è importante solo per i pescatori ahahah. Ritengo che l'acqua sia un qualcosa che ci connette strettamente alla natura, la quale può tenerci sulla strada giusta per vivere in modo sano. Grazie a madre natura, possiamo pescare, bere, nuotare, tutte cose che ci fanno sentire vivi, l'acqua è un MUST nella mia vita!



·      Quale percorso consiglieresti ad un giovane pescatore che voglia raggiungere un buon livello?

Tutto dipende da cosa si intende per “buon livello”. Si tratta del livello in cui si crede di essere in grado di “catturare”? O si tratta della conoscenza della natura, della tecnica, della strategia o dei prodotti a costituire gli aspetti della pesca? 

Per quel che mi riguarda, si raggiunge un “buon livello” quando si è abbastanza maturi per capire cosa realmente sia la pesca e si realizza che importanza rivesta nella propria vita. 

Bisogna avere occhi rivelatori per poter vedere ciò che accade quando nell'elemento acqua  e capire gli aspetti della realtà che bisogna affrontare, al fine di raggiungere quel che per noi significa “pescare”. 

Nella pesca, la natura offre infinite possibilità, quindi è possibile approcciarsi ad essa in milioni di modi, liberamente. Siate creativi, voi di Spinpoint sapete bene come fare ;-)





Cosa pensi della pesca in saltwater con le esche siliconiche? Ritieni possa costituire una innovazione?

In Giappone ormai è molto popolare l'uso di tali esche, io stesso sono cresciuto con loro nella pesca alle spigole, quando ero solito pescare nella Baia di Tokyo. Così come le utilizziamo per la pesca al bass in acqua dolce, ritengo che non ci siano problemi ad usarle anche in acqua salata. Bisogna solo stare attenti alle materiali impiegati dalle compagnie. Alcune di queste, producono soft baits per poi immergerle in un sacco di “oli” all'interno delle confezioni e questi potrebbero contaminare le acque. Non è una buona cosa, giusto? 

A parte questo, l'utilizzo delle soft baits per i predatori marini è particolarmente efficace. Il loro impiego ci offre la possibilità di variare tra molteplici strategie, anche alternandole alle esche rigide. E si può avere un approccio del tipo “finesse” così come nello scenario del bass fishing.



Se dovessi andare a pesca con una sola esca quale porteresti con te?
Sicuramente porterei con me un jerkbait perchè è la tipologia che più si avvicina al foraggio (per le caratteristiche del profilo) presente nell'ambiente naturale. Con questo tipo di esche si possono insidiare praticamente tutti i predatori. Non fa differenza se ci si trova su un fiume, lago, oceano, torrente o ovunque si pensi di andare. I lucci li ameranno, i bass li ameranno, le spigole li ameranno, gli sneakhead li ameranno! Personalmente ritengo che il jerkbait sia l'esca più versatile e con la quale sia possibile insidiare qualsiasi specie. Inoltre, it's a hard bait so it's not going to get ripped up like soft baits ;)

Quale consiglio darsti a un principiante per non perdersi nel vastissimo numero di prodotti che offre il mercato?
Bella domanda. Ci sono milioni di prodotti là fuori, al punto che io stesso, in alcune occasioni, mi sono trovato a vacillare nella scelta. Ma ecco il trucco che potrebbe aiutare i principianti a scegliere quali esche dovrebbero prendere. L'importante è acquistare esche che abbiano già una buona reputazione sul mercato e sulle le riviste. Queste esche “rinomate” sono una buona base di partenza per i principianti dettata dal fatto che tali esche ormai godono di una certa “affidabilità” per l'essere utilizzate da numerosi anglers, quindi è risaputo che siano in grado di portare a delle catture anche coloro i quali sono agli inizi. Una volta utilizzate, si potrà restringere il campo a ciò di cui si ha realmente bisogno e che meglio si adatti al proprio stile.

Un consiglio per i neofiti ed uno per i "veterani".
Relativamente alla tecnica? Ah, credo che vi siate rivolti alla persona sbagliata! Non sono il tipo in grado di fornire consigli ahah! Posso solo suggerire di seguire le proprie sensazioni. Semplicemente essere se stessi, capire la propria forza, pensare positivo. Sempre!... col tempo le cose verranno da sé! ;)






Parlaci del tuo motto che ormai ci ha contagiati! "Passion makes no border".

In maniera del tutto semplicistica si potrebbe identificare come uno slogan, il quale vuol semplicemente dire che non c'è alcun confine tra le nazioni. Ma tale motto ha un significato intrinseco più profondo.

L'idea è nata approssimativamente due anni fa. Inizialmente diceva “fishing makes no border”, ma ritenni che potesse non essere abbastanza forte da trasmettere qualcosa alle persone, anche al di fuori del mondo della pesca, perchè la passione si riferisce a qualsiasi campo della nostra vita, musica, sports, arte, etc. Introducendo la parola “passione”, ritengo che il motto potesse significare qualcosa anche per colori i quali non hanno nulla a che fare con la pesca.

L'idea è che la pesca rappresenta il linguaggio e che tale linguaggio sia universale  e ci fornisca infinite possibilità.

Da un paio di anni viaggio in tutto il mondo per vedere i compagni anglers conosciuti tramite social network e pescare con loro. Sono stato in California, florida, Ungheria, Francia dell'Est, Ginevra e Malesia, finora. Ogni viaggio mi ha lasciato dei ricordi e fatto capire quanto sia eccezionale possa essere pescare con anglers/amici che vivono così lontani dal mio paese d'origine e condividere con loro l'amore per la pesca con loro.

La ragione che mi spinge a viaggiare in tutto il mondo è quella di poter dimostrare ciò che ritengo sia il significato più intimo dell'essere uniti da ciò che si ama. Incontrare gli amici di persona ed andare a pesca insieme passando dei bei momenti, è decisamente più realistico rispetto ad interagire con loro su un social network, diversamente non si potrebbe parlare di vera unione o amicizia. Il social network è solo uno strumento, che risulta necessario per trovare quei compagni di pesca là fuori ed iniziare ad avere una “connessione” con loro parlando di un interesse comune. Comunque, come ho già detto, la cosa non può andare oltre se non si oltrepassa il muro del social network. Il resto non sarebbe altro che fantasia o qualcosa del genere.

Viaggiare intorno al mondo e conoscere di persona i miei amici che lo popolano è un MUST che incarna il reale significato del motto. Le azioni fanno più rumore delle parole!!

Dopo tutto, sono questi il reale potere e le possibilità che un amore comune forniscono al genere umano. Con la passione, si va oltre la provenienza, l’età, la religione in cui si crede, le specie che preferiamo insidiare, etc. Siamo tutti attori di un solo palco sul quale possiamo mostrare quanto amore mettiamo nella nostra passione.

Sono stato ispirato tante volte da un sacco di compagni anglers in tutto il paese. Tale ispirazione non mi abbandona mai, mi fa andare avanti e percorrere la strada per il mio sogno. Senza di loro, non sarei arrivato al punto in cui sono ora.

Continuerò sempre a diffondere l’amore per questo mondo, costi quel che costi. Non posso sprecare quello che mi è stato donato dai miei amici là fuori.

Tenetelo sempre presente “Passion makes No Border”!!

Per concludere, gradirei porgere un grosso ringraziamento ai membri di Spinpoint per questa magnifica opportunità di condividere la mia passione con loro e con tutti i compagni anglers italiani. Ho davvero apprezzato che abbiate scelto me per quest’intervista. Grazie! Mi auguro possiate trovare qualcosa di interessante in quel che faccio attraverso la pesca.

Ancora, grazie mille per la vostra proposta! Gradirei continuare a condividere la mia passione con voi anche in futuro!! Ciao =)

 

“Passion makes No Border”

Takatoshi Murase

Tokyo, Japan

 

Ho creato un canale su YouTube, vi basta cercare “Takatoshi CRUSH TV”.

più semplicemente digitate questo link:


http://www.youtube.com/user/Takatoshi61CRUSHTV?feature=watch

Potete trovarmi anche su Facebook. Sentitevi liberi di condividere la vostra passione per la pesca sulla mia pagina, condividere foto, pensieri, suggerimenti, qualsiasi cosa vogliate. Io ed i miei compagni anglers sparsi per il globo vi aspettiamo! Trasmettete la vostra passione!!








Non ci resta che salutare, ringraziandolo, il nostro amico "Taka" con un grosso in bocca al lupo. Per voi amici che ci seguite continueremo la nostra conoscenza con Taka con una grande sorpresa. Non vi anticipiamo nulla... e come sempre STAY TUNED!



Intervista a cura di Giacomo Porciello, Spinpoint Team.



























Tags:
Categories: News

4 comment(s) so far...


aspirateur

nice homepage
# aspirateur

By TrackBack on   3/22/2013 6:18 PM

ted's woodworking plan

all you need to know on this site
# ted's woodworking plan

By TrackBack on   3/28/2013 5:28 AM

dui lawyer

E 'stato interessante leggere il tuo post. Non sono d'accordo con te su tutto, ma poi è anche la tua opinione.
# dui lawyer

By TrackBack on   3/30/2013 10:37 PM

the tao of badass

nice homepage
# the tao of badass

By TrackBack on   4/4/2013 8:51 AM

Your name:
Gravatar Preview
Your email:
(Optional) Email used only to show Gravatar.
Your website:
Title:
Comment:
Add Comment   Cancel 
Minimize

New_Blog

You must be logged in and have permission to create or edit a blog.
Minimize

Search_Blog

Post Recenti

LA SCELTA DELL'ARTIFICIALE
LE INTERVISTE DI SPINPOINT - Takatoshi Murase "Taka"
SPINNING ALLA SPIGOLA - per gli amici della LNI Pozzuoli
Spigola, il caso che non c'è
PILLOLE DI SILICONE - 06 - code rastremate
PESCATORI D'ALTRI TEMPI - Due chiacchiere con Filippo
PILLOLE DI SILICONE - 04 - FLESSIONI E CERNIERE
PILLOLE DI SILICONE - 02 - innesco amo widegap exposed
LURES REVIEW - Realis Jerkbait 120sp DUO
IL RE DEL MARE...
Maestri...difficile cercarli!
DUO - Giappone si...ma quello vero!
SOLO PESCA DA RIVA...una rivista diversa!

Cerca nel blog